| +39 0473 616 338
  • ciclisti-passo-stelvio-cima-strada-montagne
  • ciclisti-passo-stelvio-strada-montagne
  • passo-stelvio-discesa-ciclisti
  • passo-stelvio-ciclisti-tornante-strada-erba

Un paradiso per ciclisti da corsa

Migliaia di ciclisti da corsa arrivano ogni anno da tutto l'Europa, per salire il Passo dello Stelvio che é la strada di tutti i Passi. Il desiderio di conquistere il passo é forte ed é per questo che anche atleti agonistic ritornano ogni anni per raggiungere la cima in bici.

Nel 1825 sono stati completati i lavori di costruzione, durati 5 anni, per questa strada unica che parte al passo. Un miracolo che dovrebbe essere riconosciuto nella lista per il patrimonio Italiano dell'Unesco.

Il percorso parte dalla Pensione Astoria e si snoda attraverso Gomagoi, Trafoi, Sottostelvio con 48 tornanti per arrivare a 2758 mslm al Passo Stelvio. Ogni tanto il ben noto "Giro d'Italia" fa scalare il nostro rè dei passi, perchè raggiungere la sua vetta é un'avventura che non si dimentica più. Sono 24 km di meraviglioso panorama.

Qui di seguito vi indichiamo altri giri ed escursioni da fare in bici da corsa partendo sempre dalla nostra Pensione Astoria:

  • Tour classico: Passo Stelvio - Passo Umbrail (CH) - St. Maria - Tubre - Glorenza - Prato

    Raggiunto il Passo Stelvio si può godere della meravigliosa vista della corona di montagne del gruppo Ortles, mangiando un "Würstel con Krauti ed un Paarl" (salsiccia e pane di segale locale). Si riparte scendendo in direzione di Bormio e dopo 2 km si gira a destra per salire al Passo Umbrail, che si trova nella Svizzera. Si riparte e si scende verso Santa Maria e si svolta di nuovo a destra per arrivare al confine d'Italia. Da Tubre si prosegue per Clusio (Schleis), Glorenza e si ritorna a Prato allo Stelvio.

    Percorso: ca. 60 km
    Dislivello: ca. 1870 hm

  • Passo Resia - Lago di Resia e giro del lago

    Partendo da Prato si prosegue sulla pista ciclabile lungo l'Adige in direzione della più piccola città d'Italia Glorenza. Passando dalle mura dalle città si sale scoprendo posti idilliaci fino ad arrivare al lago di San Valentino alla muta e ancora avanti fino al lago di Resia.

    Percorso: ca. 70 km
    Dislivello: ca. 650 hm

  • Passo Forno (Ofenpass) - giro delle 3 Nazioni

    Attraverso la Val d'Adige fino a Laudes si piega a sinistra verso la Val Monastero fino al confine Svizzero. Paesini tipici svizzeri ci portano in alto fino al Passo Forno (2149mslm) avendo fatto 34 km. A questo punto si può tornare o proseguire in direzione di Zernez (CH) e scender attraverso la Valle dell'Inn a Scuol per Martina e di nuovo risalire verso Passo Resia e da li ritornare lungo i 2 laghi (Resia e Lago alla Muta) fino a Prato.

    Percorso: ca. 143 km
    Dislivello: ca. 2.100 hm

  • Val Martello

    Si scende lunga la ciclabile direzione Merano fino a Goldrano (650 m) poi si gira a destra per la Val Martello. Famosi sono i 22 di salita con rampe fino al 14% di pendenza, tappa nache fatto spesso dal Giro d'Italia. Alla fine di questa tappa abbiamo raggiunto 2051 m sopra il livello del mare.

    Percorso: ca. 80 km
    Dislivello: ca. 1.700 hm

  • Solda

    Sulla strada dello Stelvio si arriva a Gomagoi in 7 km si gira a sinistra in direzione di Solda. Sono ca. 18 km con tornanti del 16% di pendenza, sono più ripidi del Passo Stelvio e si arriva alla fine della Valle "fine del mondo".

    Percorso: ca. 36 km
    Dislivello: ca. 1.400 hm

Questo sono solo alcuni percorsi, che si possono completare con varianti come "il giro estremo delle 3 nazione ecc.

Per chi non si accontenta ancora aggiungiamo anche la Val Mazzia, Val Senales o su al Castello Juval di Reinhold Messner.