| +39 0473 616 338
  • fiori-auto-epoca-passo-stelvio-strada-montagne
  • moto-lago-resia-campanile
  • rio-solda-arbusti
  • escursionisti-montagne-foresta-alberi-montagna
  • gruppo-ortles-prato-fiori
  • ciclisti-bambini-resia-corsa-ciclabile
  • muta-malles-prato-canale-acqua-montagne

Estate in Val Venosta

La noia è un termine che non esiste nel vocabolario val venostano. La Val Venosta è una zona che offre dislivelli compresi tra 400 e quasi 4.000 m sul livello del mare. Gli emblemi della Val Venosta non sono soltanto le montagne maestose le cime famose come l’Ortles o il Gran Zebrú, ma anche il Passo Resia con il campanile nel lago e i frutteti di meli nella Media e Bassa Val Venosta. La varietà d’attività sportive e culturali offerte è grandissima.

D’estate potrete scoprire il paesaggio sui sentieri di montagna che incominciano anche sotto casa. Sono offerte escursioni di tutti i gradi e difficoltà, alcune delle quali Vi portano sulle vette delle montagne circostanti. Per gli alpinisti più abili offriamo anche escursioni guidate come per esempio sull’Ortles, la montagna più alta delle Alpi orientali.

La Val Venosta è anche un paradiso per ciclisti e per chi ama la mountain bike ed offre sentieri di svariate difficoltà, malghe, nonché la possibilità di percorrere, per chi accetta la sfida, cime fra le più alte. Chi ama il paesaggio e le gite tranquille può percorrere le stradine in mezzo ai campi o spostarsi più a valle lungo il fiume Adige. Le biciclette, infatti, possono essere prese in prestito ad tante stazione ferroviaria. Ogni anno è inoltre organizzata "La giornata senza auto" sulla strada che sale al Passo dello Stelvio. È un giorno speciale istituito del Parco Nazionale, nel quale la regina delle strade alpine è aperta solo a ciclisti.

Altre attività sportive da svolgere a Prato allo Stelvio e dintorni sono: nuoto, tennis, nordic walking, surf e vela, parapendio, equitazione e rafting. Per i motociclisti, Prato è un ottimo punto di partenza per gite giornaliere sui più alti e maestosi passi alpini dell’Alto Adige, della Svizzera e dell’Austria.